Benedetta & Fabrizio
10 aprile 2010
Sono passati 3090 giorni dal nostro matrimonio

Cerimonia & Ricevimento

Saremo lieti di festeggiare
presso
Castello di Sorrivoli Via del Castello, 55 Roncofreddo Forlì-cesena

Abbiamo sempre pensato che ci saremo sposati in Romagna.

Un po’ per tradizione, perchè è la terrà di Benedetta, ma soprattutto perchè è un posto che amiamo tanto entrambi ed in cui ci sentiamo sempre a casa.

E’ una terra fatta di mare e colline, con colori e profumi diversi in ogni stagione.

E una terrà operosa, fatta di gente dai visi tondi e coloriti, ancora piena di passioni . Gente genuina, sanguigna , che ancora si appassiona  per le cose in cui crede e si arrabbia quando le cose non vanno. Gente a cui piace il buon cibo e il buon vino, ballare il liscio e giocare a briscola al bar.

Abbiamo scelto Sorrivoli perchè è quella parte di Romagna che più amiamo, con le sue colline di  sangiovese e  gli alberi di peschi ed albicocchi, le ’sdore che fanno la piada e l’aria buona.

Abbiamo scelto Sorrivoli perchè abbiamo conosciuto Don Pasquale, e mettendo in discussione tante  nostre certezze abbiamo capito che era quello che stavamo cercando.

 

Un po’ di storia....

Il nome Sorrivoli si pensa derivi dalla sua posizione sopra il fiume, e da ciò derivi “sopra la riva”.

Le prime notizie sul castello si hanno attorno all'anno mille.

Soggetto al controllo degli Arcivescovi di Ravenna, nel 970 viene concesso in feudo a Rodolfo conte di Rimini.
Nel corso del XII secolo, con l'ascesa al potere dei Malatesta, di parte Guelfa, anche il castello di Sorrivoli come la maggior parte dei territori circostanti viene a trovarsi sotto il controllo di questa potente famiglia, e più precisamentge dei Malatesta ramo di Sogliano.

Soggetto in questo periodo all'episcopato di Cesena, nel 1290 viene riattribuito all'arcivescovado di Ravenna.
Certo è che nel 1371, all'epoca del censimento effettuato dal card. Anglico Sorrivoli risultava possedimento della Chiesa Ravennate e contava "40 focolari".
Infeudato nel XV secolo ai Roverella di Cesena rimase sotto il controllo di questa famiglia fino all'estinzione della casata, per passare poi agli Allocatelli Fabbri e dopo la seconda guerra mondiale alla prebenda parrocchiale.

La Rocca, ancora intatta nelle sue strutture esterne e nel mastio, sorge sulla sponda sinistra del fiume Rubicone, nella zona collinare che segna il confine tra la provincia di Cesena e quella di Rimini.
Ospita oggi la parrocchia,  l’Associazione Culturale di Sorrivoli e l’Università della Pace, ed è teatro di numerose iniziative, fra cui il Festival Internazionale dei Burattini (alla fine di Agosto).

 


Crea ora il tuo Wed Site!